Categoria: Storia d’Italia

0

Dal regno d’Italia al Fascismo

La storia d’Italia è indissolubilmente legata alla storia dello Stato che unificò l’Italia sotto un’unica guida, il Regno di Sardegna. Fu creato sulla carta da Papa Bonifacio VIII nel 1297, con la denominazione di Regno di Sardegna e Corsica per risolvere la crisi politica e diplomatica tra corona d’Aragona e ducato d’Angiò sulla Sicilia (la guerra del vespro). La realizzazione concreta del Regno di Sardegna vedrà  dapprima la guerra dei catalano-aragonesi contro i pisani.Ferdinando

0

Dal Rinascimento al Regno d’Italia

Agli inizi del XVI secolo buona parte degli stati italiani fu occupata o entrò nell’orbita di Francia o Spagna, che lottarono lungamente per il predominio in Europa. I primi anni videro anche l’espansione dello Stato Pontificio, grazie a varie campagne intraprese dal papa Giulio II, il quale nel 1506 conquistò Bologna e Perugia. Si dovette al papa stesso la sottomissione della penisola italica a potenze straniere, in quanto nel 1512, quando scacciò i francesi oltre le Alpi, si dovette alleare con altre potenze, in primo luogo la Spagna. Lo scontro tra francesi e spagnoli per il dominio della penisola continuò infatti negli anni, culminando nella battaglia di Pavia del (1525), vinta dai celebri tercios castigliani, ed il crollo delle posizioni francesi in una Regione chiave come la Lombardia, iniziò, di fatto, l’egemonia spagnola in Italia ratificata, una trentina d’anni più tardi, dalla pace di Cateau-Cambròsis.

0

Dal Medioevo al Rinascimento

Con la invasione longobarda l’Italia rimase quindi suddivisa in due grandi zone d’influenza. I Longobardi occuparono le aree continentali della penisola, mentre i Bizantini conservarono il controllo di gran parte delle zone costiere, incluse le isole.

0

Dalla caduta di Roma al Medioevo

Secondo la tradizione, la città  di Roma fu fondata il 21 aprile del 753 a.C. da Romolo sul colle palatino. In realtà , già  in precedenza erano sorti villaggi in quella posizione, fondamentale per la via di commercio del sale, ma solo alla metà  dell’VIII secolo questi si unirono in una sola città . La zona era dotata, inoltre, di un buon potenziale agricolo, e la presenza dell’isola Tiberina rendeva facile l’attraversamento del vicino fiume Tevere.

Sei italiano?

Allora Clicca Mi piace!