Daniele da Volterra (Daniele Ricciarelli) (Italian, Volterra 1509–1566 Rome) Michelangelo Buonarroti (1475–1564), probably ca. 1544 Oil on wood; 34 3/4 x 25 1/4 in. (88.3 x 64.1 cm) The Metropolitan Museum of Art, New York, Gift of Clarence Dillon, 1977 (1977.384.1) http://www.metmuseum.org/Collections/search-the-collections/436771

Michelangelo Buonarroti

Michelangelo di Lodovico Buonarroti Simoni (Caprese, 6 marzo 1475 – Roma, 18 febbraio 1564), meglio noto semplicemente come Michelangelo o Miguel Angelo, era un pittore, scultore, poeta e architetto italiano, considerato uno dei più grandi creatori della storia di arte occidentale.

Sviluppò la sua opera artistica per oltre settant’anni tra Firenze e Roma, dove vivevano i suoi grandi mecenati, la famiglia dei Medici di Firenze e diversi papi romani. Ha iniziato come apprendista dei fratelli Davide e Domenico Ghirlandaio a Firenze. Avendo presto riconosciuto il suo talento, divenne un protetto dei Medici, per il quale realizzò diverse opere. Quindi si stabilì a Roma, dove lasciò gran parte delle sue opere più rappresentative. La sua carriera si sviluppò durante il passaggio dal Rinascimento al Manierismo e il suo stile sintetizzò influenze dall’arte dell’antichità classica, il primo Rinascimento, gli ideali di Umanesimo e Neoplatonismo, incentrati sulla rappresentazione della figura umana e in particolare nel nudo maschile, che interpretò con enorme forza. Molte delle sue creazioni sono tra le più celebri dell’arte occidentale, con Bacco, Pietà, David, le due tombe medicee e Mosè spiccano nella scultura; nel dipingere il vasto ciclo del soffitto della Cappella Sistina e il Giudizio Universale nello stesso luogo, e due affreschi nella Cappella Paolina; servì come architetto per la Basilica di San Pietro, implementando importanti riforme nella sua struttura e progettando la cupola, rimodellando la piazza del Campidoglio romano e progettando diversi edifici e scrivendo un gran numero di poesie.

Ancora in vita era considerato il più grande artista del suo tempo; lo hanno chiamato il Divino, e nel corso dei secoli, fino ai giorni nostri, è stato tenuto in grande considerazione, parte del piccolo gruppo di artisti di fama universale, in realtà come uno dei più grandi che siano mai vissuti e come prototipo di genio. Fu uno dei primi artisti occidentali a pubblicare la sua biografia mentre era ancora vivo. La sua fama fu tale che, come nessun artista precedente o contemporaneo, sopravvivono numerosi documenti della sua carriera e personalità, e gli oggetti che ha usato o semplici schizzi per le sue opere sono stati conservati come reliquie da una legione di ammiratori. Per i posteri Michelangelo rimane uno dei pochi artisti che sono stati in grado di esprimere l’esperienza del bello, del tragico e del sublime in una dimensione cosmica e universale.

Related post