Fascismo e razzismo, camicie nere fasciste

I primi anni dell’Italia fascista non videro provvedimenti razzisti. La “questione ebraica”, sulla scorta di quanto avveniva nella Germania nazista, si presenta in Italia soltanto nella seconda metà degli anni ’30. Quando Hitler salì al potere in Germania nel 1933 da subito emanò provvedimenti volti alla discriminazione negativa della popolazione ebraica, i quali non trovarono il favore di Mussolini che esplicita la sua contrarietà. Tra i fascisti della prima ora vi erano moltissimi italiani di religione ebraica, tantè che centinaia di essi parteciparono alla marcia su Roma.Il 14 luglio 1938 fu pubblicato sui maggiori quotidiani nazionali il “Manifesto della razza”.