Dopo il referendum Umberto I lascia l’Italia

Umberto di Savoia lasciò l’Italia subito dopo il referendum, pur non riconoscendone la validità  e rifiutandone i risultati; non rinunciò mai ufficialmente alla corona, sebbene vada crescendo di credito l’ipotesi che la scelta di non avallare la reazione forzosa dei monarchici sia stata effettivamente intesa pro bono pacis. Prima di partire, affidò agli italiani la Patria e li sciolse (ciò che riguardava principalmente i militari) dal giuramento di fedeltà  al Re.