Dopo l’attribuzione della responsabilità della guerra a Vittorio Emanuele, i partiti mettono la corona in discussione

La maggior parte dei partiti già  attribuiva in effetti alla monarchia, ed a Vittorio Emanuele III in particolare, la responsabilità  di aver appoggiato il fascismo e quindi anche la responsabilità  di aver coinvolto l’Italia in una guerra disastrosa; ciò malgrado, alcuni in quel momento non reputavano utile né sostenibile con le forze del momento, aggiungere altri obiettivi quando la lotta in corso era già  tanto difficoltosa.