X – Carlo Azeglio Ciampi (in carica dal 18 maggio 1999 al 15 maggio 2006)

Carlo Azeglio Ciampi è nato a Livorno il 9 dicembre 1920, è un economista e politico italiano, decimo presidente della Repubblica dal 18 maggio 1999 al 15 maggio 2006.
Figlio di Pietro Ciampi e di Maria Masino. Dopo aver conseguito la laurea in lettere nel 1940 alla Scuola Normale di Pisa, dove aveva frequentato, rimanendone affascinato, le lezioni del filosofo Guido Calogero e dove aveva conosciuto anche Franca Pilla, la futura moglie, fu chiamato alle armi nello stesso anno come sottotenente dell’esercito in Albania.
È stato governatore della Banca d’Italia dal 1979 al 1993, presidente del Consiglio dei ministri e ministro del turismo e dello spettacolo ad interim (1993-1994) e ministro del tesoro e del bilancio (1996-1999). Con la fine del suo mandato presidenziale è diventato senatore a vita. Primo presidente del Consiglio e primo capo dello Stato non parlamentare nella storia della Repubblica, Ciampi fu anche il secondo presidente eletto dopo essere stato governatore della Banca d’Italia preceduto da Luigi Einaudi nel 1948.
Dopo una militanza giovanile nel Partito d’Azione, Ciampi non ha più aderito ad alcun partito.

Nel 2001 su suo impulso di Presidente della Repubblica, con in carica il secondo governo Amato, con la legge n. 336 del 20 novembre 2000, riportò le celebrazioni della Festa della Repubblica al 2 giugno, che quindi tornò ad essere un giorno festivo.